The Handmaid’s Tale – Il racconto dell’ancella.

Parlare di questo libro di Margaret Atwood non è semplice. È frammentario, a tratti monotono, si regge su pochi dialoghi e molti monologhi interiori.

Comincia e prosegue in medias res e serve tempo perché il lettore riesca a comporre nella propria testa un puzzle chiaro del mondo distopico in cui è ambientato e dei personaggi che lo popolano.

In questo articolo, provo a raccontarvelo.

Continua a leggere

Annunci

Narcos

Plata o Plomo. Denaro o piombo. Tangente o morte.

Con questa minaccia viene sigillato il primo breve monologo pronunciato da Pablo Escobar (Wagner Moura), che, già dal primo episodio di “Narcos“, stringe le viscere dello spettatore in una morsa di esaltazione che non si allenterà per due, intense stagioni.

Continua a leggere

Joy Division Analysis #6 – THE ETERNAL

La processione va avanti, le urla si sono spente

Lode e gloria agli amati ormai defunti

Parlano ad alta voce seduti intorno alle loro tavole

Sparpagliando fiori bagnati di pioggia.

 

Il secondo album in studio dei Joy Division si avvia verso la conclusione con un brano dal lugubre incipit.

Continua a leggere

L’inspiegabile fascino di DragonBall

La mia infanzia non è stata particolarmente in linea con i soliti canoni femminili.

Vestitini e calze solo dietro pagamento in natura (cioccolata e gelato, insomma), WWE in tv dopo il catechismo e DragonBall dopo pranzo ogni giorno fino alla nausea.

Già. Nausea.

Continua a leggere

A ruota libera: DYD’s covers

Mai piaciute le copertine di Angelo Stano.
Così dannatamente vecchie.
E in generale non sopporto che nelle copertine del 90% dei fumetti ci sia sempre il protagonista. Dite che non ha senso, vero? Non posso farci niente, lo trovo autocelebrativo e ridondante

Continua a leggere